Anker PowerCore 15000 Redux: leggera, capiente e con due porte USB di ricarica | Recensione

0
712
Anker PowerCore 15000 Redux powerbank recensione

Anker continua ad ampliare il suo portfolio di prodotti con l’aggiunta di una nuova powerbank chiamata Anker PowerCore 15000 Redux. Come suggerisce il nome, siamo di fronte a una batteria esterna da 15.000 mAh che inoltre dispone di due porte USB di ricarica. In questa nuova recensione odierna, andremo a scoprire tutte le caratteristiche proposte da questo interessante prodotto.

Contenuto della confezione

All’interno della scatola di vendita troviamo il seguente contenuto:

  • Powerbank Anker PowerCore 15000 Redux.
  • Sacchetto da viaggio.
  • Cavo micro USB di ricarica lungo 54 cm.
  • Manuale utente anche in lingua italiana.
  • Happy Card.

Design e qualità costruttiva

La nuova Anker PowerCore 15000 Redux dispone praticamente dello stesso design che ho visto personalmente sugli altri modelli appartenenti alla serie Redux. Dunque, abbiamo una costruzione realizzata interamente in plastica di ottima qualità con un pannello superiore dotato di una rivestimento zigrinato più marcato rispetto al resto della scocca. Ciò permette alla batteria portatile di resistere ai graffi e alle impronte.

Il resto della costruzione è sempre opaco ma leggermente satinato per garantire comunque una buona protezione per la powerbank. Visto lo spessore offerto, la PowerCore 15000 Redux non riproduce alcuno scricchiolio e inoltre dispone di un design ergonomico che la rende molto maneggevole, soprattutto grazie ai bordi laterali ricurvi.

Sulla parte frontale troviamo il logo Anker mentre quella posteriore è praticamente pulita. Il perimetro destro ospita la porta micro USB di ricarica mentre quello sinistro 4 indicatori LED blu che possono essere attivati tramite la pressione del pulsante fisico posto sulla zona superiore, quest’ultimo affiancato da due porte USB Type-A.

Infine, sulla parte inferiore della powerbank ci sono le principali specifiche tecniche e i loghi delle certificazioni ricevute. Parlando di numeri, la Anker PowerCore 15000 Redux presenta delle dimensioni di 104 × 73 × 26 mm e pesa 272 grammi.

Caratteristiche

All’interno di questa batteria esterna, Anker ha impiegato le sue due esclusive tecnologie PowerIQ e VoltageBoost le quali permettono di ricaricare velocemente dispositivo fino a 5V 2.4A. Tuttavia, è assente qualunque tipo di sistema di ricarica rapida come ad esempio la Quick Charge di Qualcomm. Presente, però, il sistema di sicurezza MultiProtect che assicura una protezione sia per voi che per i dispositivi collegati.

La nuova batteria esterna della serie PowerCore è dotata anche di una particolare modalità che permette di caricare tutti quei dispositivi a bassa potenza come ad esempio smartwatch e fitness tracker.

Questa può essere attivata in maniera molto semplice premendo due volte il pulsante principale oppure tenendolo premuto per 2 secondi. Il primo indicatore LED si illuminerà in verde. Per ripristinare la modalità normale di ricarica, è necessario premere nuovamente il pulsante.

Attraverso i 4 indicatori LED, potete comprendere l’energia residua nel seguente modo:

  • 4 LED accesi: 100%
  • 2 LED accesi: 50%
  • 1 LED acceso: 25%

Entrando più nel particolare, la Anker PowerCore 15000 Redux dispone al suo interno di 3 batterie da 5000 mAh ciascuna per una capacità totale di 15.000 mAh (54.45 Wh). Inoltre, abbiamo una porta micro USB di ricarica da 5V 2A e due porte USB Type-A con tecnologia PowerIQ da 5V 3A.

Prestazioni

Anker sostiene che i 15.000 mAh di capacità della sua PowerCore 15000 Redux permettono di caricare 3.5 volte un iPhone X, quasi 4 volte un Samsung Galaxy S9 o 1.4 volte un iPad Pro 11.

Personalmente, sono riuscito a caricare i seguenti dispositivi da spenti:

  • 2.08x Smartphone Altroconsumo (1640 mAh): 17% – 100% | 6% – 100% | 14% – 45%
  • 0.83x ZUK Z1 (4100 mAh): 14% – 97%
  • 0.99x Amazon Fire HD 8 (3210 mAh): 1% – 100% (acceso ma in modalità aereo, sempre in stand-by e con 0 app in background)

Anker PowerCore 15000 Redux powerbank recensione

Per quanto riguarda i tempi di ricarica, utilizzando un caricatore da parete Aukey con tecnologia AiPower 5V 2.4A e il cavo micro USB presente in confezione, la batteria esterna ha impiegato 6 ore e 54 minuti per caricarsi completamente.

Visto che ci sono due porte USB-A a disposizione, ho voluto testarne le prestazioni ricaricando prima singolarmente due smartphone e poi simultaneamente in modo da scoprire le differenze nei tempi. Entrambi i dispositivi erano spenti e la ricarica è stata fatta dal 15% al 100%. Trovate le prove nel dettaglio qui sotto.

ZUK Z1

  • Anker PowerCore 15000 Redux: 2 ore e 53 minuti
  • Aukey PA-Y16: 2 ore e 30 minuti

Samsung Galaxy S10

  • Anker PowerCore 15000 Redux: 1 ora e 41 minuti
  • Adaptive Fast Charging: 1 ora e 17 minuti

Test simultaneo

  • ZUK Z1: 3 ore 5 minuti
  • Samsung Galaxy S10: 1 ora e 57 minuti

Come potete vedere dai vari test effettuati, l’assenza di un sistema di ricarica rapida si fa sentire e inoltre si nota la distribuzione della potenza fra due porte USB nel momento in cui si ricaricano due device contemporaneamente.

Durante la fase di ricarica della powerbank stessa non ho riscontrato alcuna produzione anomala di calore mentre, nel corso della ricarica simultanea dei due smartphone, ho rilevato delle temperature un po’ alte. In ogni caso, la Anker PowerCore 15000 Redux è riuscita a dissipare molto bene il calore prodotto.

Anker PowerCore 15000 Redux powerbank recensione
Anker: PowerCore+ 26800 vs PowerCore 15000 Redux vs PowerCore+ 10050 vs PowerCore II 6700

Conclusioni

La nuova powerbank Anker è un prodotto interessante e funzionale che permette di caricare contemporaneamente fino a due dispositivi alla volta. Tuttavia, ci sono 3 cose che mi hanno fatto storcere un po’ il naso: la presenza di una porta micro USB di ricarica, l’assenza di una tecnologia di ricarica rapida e soprattutto il prezzo di vendita sopra la media.

I possessori di uno smartphone con porta USB Type-C (standard sempre più diffuso sui dispositivi di ultima generazione) sicuramente non l’acquisteranno in quanto sarebbero obbligati a portarsi dietro un cavo in più. L’assenza di una tecnologia di ricarica rapida non consente di caricare rapidamente molti dei device presenti in circolazione.

I 36 euro chiesti da Anker per acquistare questa PowerCore 15000 Redux non sono sicuramente appetibili. Dando un’occhiata alle altre powerbank presenti su Amazon di pari livello, abbiamo di fronte un prodotto che può essere chiaramente proposto a un prezzo massimo di 25 euro.

Prezzo

La powerbank Anker PowerCore 15000 Redux da 15.000 mAh è acquistabile su Amazon ad un prezzo di 35,99 euro con spedizione gratuita.

Anker PowerCore 15000 Redux powerbank recensione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here