Xiaomi Mi 8 Explorer Edition ufficiale: riconoscimento facciale 3D, sensore ID in-display e tanto altro

0
648
Xiaomi Mi 8 Explorer Edition

Oltre al Mi 8 e al Mi 8 SE, in occasione del suo 8° anniversario, Xiaomi ha annunciato un altro interessante smartphone chiamato Xiaomi Mi 8 Explorer Edition che non è altro che una versione potenziata del nuovo dispositivo. Nel corso della presentazione ufficiale, la società cinese ha affermato che la variante Explorer Edition propone numerose funzionalità in anteprima mondiale.

Innanzitutto, lo Xiaomi Mi 8 Explorer Edition è il primo smartphone Android con riconoscimento facciale 3D e il primo, assieme al Mi 8, a disporre della tecnologia GPS dual band. In aggiunta, sotto il vetro, il telefono nasconde un lettore di impronte digitali sensibile alla pressione. Il particolare device dispone sulla back-cover di un vetro traslucido 2.5D, curvo verso i bordi. Questo particolare rivestimento offre una visione chiara delle componenti interne del device, come ad esempio la trama in kevlar della batteria.

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition: la vera novità dell’ultimo evento dell’azienda cinese

Parlando di numeri, il Mi 8 EE misura 154.9 × 74.8 × 7.6 mm e pesa 177 grammi. Le dimensioni del dispositivo sono molto simili a quello di uno smartphone da 5.2 pollici. Sulla parte frontale, lo Xiaomi Mi 8 Explorer Edition integra un display da 5.88 pollici di diagonale con risoluzione Full HD+ 2248 × 1080 pixel, tecnologia AMOLED e aspect ratio 18.7:9.

Dovrebbe trattarsi dello stesso schermo visto sul Mi 8 SE. Inoltre, il display occupa l’86,12% della superficie frontale. Altre caratteristiche offerte dallo schermo includono supporto alla gamma cromatica DCI-P3, un rapporto di contrasto 60.000:1, supporto HDR, modalità di protezione per gli occhi, Always ON Display e luminosità massima di 600 nits.

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition

Soluzioni di sblocco davvero avanzate

Come detto ad inizio articolo, la versione Explorer Edition dello Xiaomi Mi 8 vanta uno scanner di impronte digitali implementato sotto lo schermo che permette all’utente di sbloccarlo poggiando semplicemente l’impronta sul display. Se ciò non bastasse, il produttore asiatico sostiene che è presente un sensore di pressione altamente sensibile il quale consente di scansionare e sbloccare in maniera immediata il telefono anche con un tocco delicato sullo schermo.

In particolare, Xiaomi afferma che si tratta del primo smartphone al mondo con un lettore di impronte digitali in-display sensibile alla pressione. Proprio come l’iPhone X, il Mi 8 Explorer Edition dispone di un sensore 3D all’interno del notch per consentire la scansione facciale 3D. Oltre a questo, sempre all’interno della “gobba”, troviamo la fotocamera frontale, i sensori di prossimità e di luce ambientale, un sensore ad infrarossi e altro ancora.

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition

L’azienda cinese ha spiegato che la selfie camera acquisisce i dati del viso dell’utente analizzando oltre 33.000 punti invisibili al volto per creare una mappa di profondità. Allo stesso tempo, la lente ad infrarossi cattura un’immagine IR del viso.

Il motore AI dello Snapdragon 845 entra in funzione per convertire la mappa di profondità e l’immagine ad infrarossi in una rappresentazione matematica che viene successivamente abbinata ai dati del viso registrati e memorizzati sul telefono per sbloccarlo.

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition

Emoticon animate e doppia fotocamera posteriore

Il colosso cinese afferma che c’è una probabilità su un milione di bypassare il Face ID dello Xiaomi Mi 8 Explorer Edition. Vi ricordiamo che la stessa cosa è stata detta da Apple durante la presentazione dell’iPhone X.

Con il nome Mi Meng, Xiaomi classifica le emoticon animate disponibili anche sul melafonino decennale. Sfruttando l’intelligenza artificiale, la fotocamera anteriore riesce ad acquisire fino a 52 movimenti del muscolo facciale per creare diversi personaggi animati. Questi possono imitare le espressioni e la voce del viso dell’utente.

Proprio come il Mi 8, anche la speciale versione dell’ultimo flagship Android è mossa da un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 845 con Artificial Intelligence Engine. Il SoC è accoppiato con 8 GB di RAM e un’archiviazione interna da 128 GB. All’interno della scocca in vetro trova posto una batteria da 3000 mAh con supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 4+. Il software, invece, vede la presenza di Android 8.1 Oreo con la MIUI 10.

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition

Per quanto riguarda il comparto fotografico, troviamo la stessa configurazione del modello standard: un sensore primario Sony IMX363 da 12 mega-pixel grandangolare con f/1.8 e pixel da 1.4 micron e un sensore secondario telefoto Samsung S5K3M3 da 12 mega-pixel con f/2.4 e pixel da 1 micron.

La dual camera è affiancata da stabilizzatore ottico dell’immagine OIS a 4 assi, zoom ottico e autofocus Dual Pixel. Frontalmente, invece, è presente una fotocamera da 20 mega-pixel che, oltre al riconoscimento facciale 3D, propone le funzionalità 3D Beauty, rilevamento della scena AI, funzione specchio e HDR.

Proseguendo, passiamo al comparto connettività che include LTE, VoLTE, supporto dual SIM, Bluetooth 5.0, porta USB Type-C, ingresso mini jack e GPS dual band per una navigazione più accurata rispetto agli altri smartphone. Infine, lo Xiaomi Mi 8 Explorer Edition sarà disponibile nei prossimi giorni in Cina nella sola versione 8/128 GB ad un prezzo di 3.699 yuan (circa 494 euro).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here